• 2016

    2016

  • 2015

    2015

  • 2014

    2014

  • 2013

    2013

Festival itinerante di musica improvvisata

La natura del Free Flow Festival è caratterizzata da una musica apparentemente “nuova” e forse ostica al primo impatto, ma di grande contenuto emotivo e onestà intellettuale, che riflette ed esalta le caratteristiche fondamentali dell’evoluzione della musica del mondo, in cui la materia sonora, le strutture e il pathos musicale determinano il senso di ciò che si sta suonando in tempo reale, perché la musica esiste solo quando si fa. 

Grazie alla sensibilità e all’abilità dei musicisti, il Festival diventa l’occasione di ritrovo e di confronto tra musicisti incontratisi a suonare insieme per la prima volta sul palco, dove l’ascolto, la complicità e l’interplay sono gli elementi in comune.

La sintonia tra musicisti e pubblico genera effetti positivi sulla partecipazione ad un evento che non rientra nei canoni televisivi: incontra i gusti di un pubblico trasversale, non costituito solo da giovani. Infatti, è una musica che ha a che fare con la narrazione, con il teatro: protagonisti i suoni e gli umori, personaggi che si alternano sul palcoscenico, per la prima e forse ultima volta.

Questa è la magia e l’unicità di questo Festival, che ha ottenuto un certo successo soprattutto nei piccoli centri, dove il pubblico è meno distratto dalla quantità di eventi e c’è più attenzione e voglia di partecipare con maggiore intensità ad un evento che rende unica la serata, suscitando sensazioni nuove e ricordi di esperienze che sembravano perduti. Gli spettatori vivono nella spontaneità e nei rapporti dei musicisti, la magia dei suoni, che esiste solo in quel momento. 

Ascoltare uno strumento dal vivo è totalmente diverso che ascoltarlo tramite un dispositivo elettronico; non ha lo stesso impatto: l’onda sonora prodotta dallo strumento investe e fa vibrare il corpo, non viene simulata. 

Ma il Free Flow Festival non è solo questo: l’ultima edizione ha visto la danzatrice Sofia Kakouri coinvolgere i giovani ballerini della scuola “Libellula Dance” in un laboratorio di danza improvvisata, culminato in un’esibizione con musicisti dal vivo, che ha entusiasmato il pubblico per l’intensità della performance; il gruppo NISE dell’ ex Asilo Filangieri di Napoli ha musicato dal vivo la pellicola “Nosferatu il vampiro” di F. W. Murnau, in un connubio esaltante di cinema muto e musica improvvisata; ed infine, il violinista Carlos Zingaro ha portato la sua esperienza e abilità di musicista di fama internazionale nella masterclass di improvvisazione “The (im)possible sounds today”.

Dove c’è suono, c’è musica. 

Dove c’è creatività, c’è evoluzione.

  

Partnership del FFF 

Officine Culturali “Peppino Impastato” - Gravina (Bari)

Assessorato e Comune di Irsina (Matera)

Festival dei Claustri - Altamura (Bari)

Onyx jazz club - Matera

Ex Asilo Filangieri - Napoli

S.I.G. di Ginevra - Svizzera

Austrian Musica Export - Austria

M.I.A. - Portogallo 

Performing Arts Fun - Olanda. 

Gli artisti che hanno preso parte al Free Flow Festival 2012 - 2017

Suricato (Colombia), Yedo Gibson (Brasile), Renato Ferreira (Brasile), Luiz Rocha (Brasile), Ada Rave (Argentina), Nicolàs Chientaroli (Argentina), Vasco Trilla (Spagna), Almudena Vega (Spagna), Carlos Zingaro (Portogallo), Abdul Moimême (Portogallo), Paulo Chagas (Portogallo), João Perdo Viegas (Portogallo), Embryo (Germania), Jens Pollheide (Germania), Lothar Stahl (Germania), Mik Quantius (Germania), George Hadow (Inghilterra), Mia Zabelka (Austria), Guy-Franc Pellerin (Francia), Jean-Marc Foussat (Francia), Jacques Levavasseur (Francia), Sofia Kakouri (Grecia), Dirar Kalash (Palestina), Esat Ekincioglu (Turchia), Seyed Pourya Jaberi (Iran), Andreas Fulgosi (Svizzera), Spinifex (Olanda), John Dikeman (USA), Lori Goldston (USA), Kerlox Dynamic Project (Italia), Michele Lomuto (Italia), Carlo Mascolo (Italia), Achille Mascolo (Italia), Domenico Saccente (Italia), Domenico Acquaviva (Italia), Michele Russo (Italia), Felice Furioso (Italia), Azzurra Carrozzo (Italia), Raffaele Marcosano (Italia), Donato Maragno (Italia), Alfredo Cornacchia (Italia), Silvia Corda (Italia), Adriano Orrù (Italia), Mauro Medda (Italia), Giovanni Martella (Italia), Nicolò Petrafesa (Italia), Francesco Massaro (Italia), Mariasole De Pascali (Italia), Marialuisa Capurso (Italia), Vittorio Gallo (Italia), Marcello Magliocchi (Italia), Gianni Lenoci (Italia), Feed Band (Italia), Marco Malasomma (Italia), Luca Antonazzo (Italia), Marco Colonna (Italia), Vittorino Curci (Italia), Gianni Console (Italia), Donato Console (Italia), Giuseppe Tria (Italia), Wetfootwolt Hold Off (Italia), Nicola Guazzaloca (Italia), Carla Genchi (Italia), Pedro G. Fernandez (Spagna), Vito Basile (Italia), Daniele Lillo (Italia), Stefano Spataro (Italia), Quartetto Capodoglio (Italia), Vito Savino (Italia), Francesco Fornarelli (Italia), Mondegreen (Italia), Giacomo Mongelli (Italia), Pier Paolo Martino (Italia), Adolfo La Volpe (Italia), Dario Nitti (Italia), Michele Magno (Italia), Gaetano Corallo (Italia), Pippo Marzulli (Italia), Giuseppe Doronzo (Italia).